Il Guardege riacciuffa la vetta, appaiato con la Virtus Castel Giorgio

Questo articolo è stato letto 1106 volte

Nella quarta giornata del girone C di 3 categoria, al comunale di Guardea si vanno ad affrontare il Guardege, che, dopo la sconfitta con la Federico Mosconi, ha perso la testa della classifica, e il Penna, che veleggia nelle ultime posizioni, ma ancora in lotta per un posto play off.

Mister Prosperi, come ormai di consuetudine nelle ultime giornate, deve far fronte a numerose assenze , ma, se vuole tenere il passo con le migliori, è obbligato a portare a casa i tre punti.

Si inizia subito con il Guardege, che, tenendo il baricentro molto alto, schiaccia nella propria metà campo gli ospiti e, dopo 2 occasioni fallite da Magnasciutto e Luzi, riesce a pervenire al vantaggio al 20′, con una pregevole trama che si sviluppa da Giusti F. in verticale per Carnevali, il quale stoppa e vede l’inserimento di Hoxha, che si trova davanti all’estremo ospite, trafiggendolo con un pallonetto dolcissimo.

Neanche il tempo di rimettere in gioco che, su una sbagliata applicazione del fuorigioco da parte dei difensori del Penna, Carnevali si invola verso la porta, salta elegantemente il portiere Sciaccaluga e deposita in rete per il 2 a 0.

Prima rete stagionale per il “puntero” del Guardege accolta con grande esultanza da tutto l’ambiente, vista la sfortuna in ambito calcistico che in questa stagione si era accanita contro di lui.

Il primo tempo è un monologo del Guardege, che potrebbe rendere più ampio il proprio bottino; le cose cambiano radicalmente nella ripresa, quando il Penna tira fuori l’orgoglio e, tra il 20′ e il 30′, costruisce tre buone occasioni:  due volte con Bianchini,  dove è ottimo il portiere Massini Rosati, e una con Corvi su punizione, che fa vibrare la traversa .

Gli ultimi minuti passano tranquilli, con numerosi cambi effettuati dai due mister; da segnalare solamente due azioni di contropiede per i locali fallite per un nonnulla da Trincia e Luzi M.

La sintesi parla di una partita che praticamente si è chiusa nei primi 20′ ed è poi vissuta di iniziative solitarie, anche per la precarietà del campo che non permetteva belle giocate corali. Da segnalare, tra i locali, la buona prova di Magnasciutto e Carnevali e di Corvi per il Penna.

A fine partita giunge la notizia della sconfitta della capolista Castelgiorgio, che riporta il campionato in estremo equilibrio (parità in vetta): forse sarà proprio lo scontro diretto del 1° marzo a darci il resoconto della stagione?

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *