lunedì, Maggio 20contatti +39 3534242011

Shadow

Il Panathlon Orvieto si colora di “rosa”. E’ Rita Custodi la nuova presidente

Svolta “rosa” nel Panathlon Orvieto. Per la prima volta in assoluto dalla sua fondazione avvenuta nel 1973, il club Panathlon della Rupe, lo scorso 31 gennaio, ha eletto alla propria presidenza una donna. Si tratta di Rita Custodi, insegnante di scienze motorie, volto notissimo per lo sport orvietano al quale ha praticamente dedicato gran parte della propria vita.

Il passaggio delle consegne dal past-president, l’avvocato Sandro Carlo Fagiolino, alla professoressa Custodi segna dunque una svolta significativa all’interno del club. Cresciuta atleticamente come cestista, Rita Custodi ha insegnato per molti anni educazione fisica nelle scuole superiori della città per poi passare alle scuole medie dove attualmente è in forza alla “Luca Signorelli”. Schiva, riservata, dotata però di gran carattere, Custodi da buona sportiva qual è ha accettato di buon grado l’incarico progettando fin da subito un rinnovamento del club sia dal punto di vista delle attività sia dal punto di vista della comunicazione.

Questo il direttivo che con lei sarà in carica per i prossimi due anni: vicepresidenti Armando Fratini e Marco Pelucchi, segretari Salvatore Avola e Giovanni Barbagallo, tesoriere Franco Febbraro, consiglieri Salvatore Avola, Marco Vincenti, Giorgio De Vigili, Maria Tilli, Mario Gaddi, Armando Fratini, Marco Pelucchi, Michele Guerriero, addetti stampa Maria Tilli e Salvatore Avola, responsabile della comunicazione e dell’immagine Mario Gaddi.

“Il mio obiettivo principale – afferma Custodi – è approfondire e rilanciare i rapporti del Panathlon con le realtà sportive locali. Per far questo ho in mente alcuni prossimi incontri con i presidenti delle società sportive per elaborare un progetto comune che comprenda tutte le discipline sportive praticate nel nostro comprensorio. Particolare attenzione – spiega ancora – voglio riservarla a tutti gli aspetti della socialità dello sport primo fra tutto il fair play.”

________________________

Il Panathlon Orvieto fu fondato il 18 aprile 1973 da 28 soci fondatori che si riunirono presso la Scuola Militare di Educazione Fisica: Luigi Barberani, Settimio Belcapo, Fausto Bianchi, Raoul Bianconi, Costantino Bonifazi, Giuseppe Borri, Emidio Carloni, Giuseppe Carnevali, Franco Cerquetti, Eraldo Cortoni, Carlo Croci, Franco Febbraro, Oreste Fella, Giuseppe Gaddi, Giovanni Giglia, Marcello Gradoli, Renato Gribaudo, Antonio Izzo, Antonio La Rosa, Antonio Musizza, Giovanni Paladini, Giovanni Palmisano, Arrigo ed Eraldo Provani, Manlio Tatta, Mario Torroni, Giuseppe Trapassi, Tommaso Verrucci. Socio onorario del club orvietano, il dott. Luigi Muzi. Dal primo presidente, Col. Musizza, Comandante della SMEF, si sono succeduti alla dirigenza orvietana il dott. Fausto, Cortoni, il prof. Gribaudo, che ricoprirà anche l’incarico di governatore, Belcapo, il prof. Giocondo Carusi, Mario Gaddi, l’avv. Sandro Carlo Fagiolino e ora Rita Custodi.

Nelle finalità del Panathlon, club di servizio riconosciuto dal Comitato Internazionale Olimpico, in relazione con UNESCO, vi sono la concezione dello sport ispirato al fair play, quale elemento culturale degli uomini e dei popoli, e l’affermazione dell’ideale sportivo e dei suoi valori morali e culturali, quale strumento di formazione ed elevazione della persona e di solidarietà, da diffondere a tutti i livelli; affinché la possibilità di una sana educazione sportiva venga garantita ad ognuno, senza distinzione di razza, di sesso e di età, soprattutto attraverso la promozione di attività giovanile e scolastica, culturale e sportiva

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

Popups Powered By : XYZScripts.com