martedì, Marzo 5contatti +39 3534242011
Shadow

Vince chi segna, non chi ci va vicino. Orvietana sprecona e punita

Biancorossi crollano al terzultimo posto. Montenero: “Ora basta parlare solo di sfortuna…”.

ORVIETANA – OLIMPIA THYRUS SAN VALENTINO FARINI 1-2

ORVIETANA: Serrani, Pallottino (38’st Bisti), Vergari (12’st Baffo), Mangialetto, Antichi, Bigi, Casarelli (27’st Borrello), Monesi, Borrelli, Cochi, Pagnotta. A disp.: Perquoti, Lanzi, Ammendola, Mollichella. All.: Montenero.

OL. THYRUS S.V. FARINI: Bernardini, De Vivo, Tarani, Giordano, Francioli, Berretta, Giubila, Agostini, Sciaboletta (32’st Carollo), Virgilio (38’st Shani), Chierchia (47’st Monticelli). A disp.: Quaranta, Pernazza, De Angelis, Giardinieri. All.: Felli.

ARBITRO: Montecchiani di Perugia (Catrana di Perugia – Z. Barilini di Perugia)

MARCATORI: 5’st Sciaboletta (OT), 12’st aut. Francioli (OR), 43’st Carollo (OT).

NOTE: Ammoniti: Tarani, Berretta, Giubila e Agostini (OT). Angoli: 5-4 per l’Orvietana. Recupero: pt: 0’; st: 4’.

12 palle gol, alcune clamorose. Tanti giocatori che ci provano da Cochi a Borrelli, da Casarelli a Pagnotta, ma il pallone nella rete avversaria ci finisce solo grazie ad un autogol. E alla fine, dopo che gli avversari avevano tolto Sciaboletta e Virgilio, a due minuti dalla fine ecco la beffa: punizione che passa sotto i piedi dei giocatori in barriera e arriva a centro area dove indisturbato il neo entrato Carollo mette la firma sui tre punti ternani. Fosse stata una gara di torello non ci sarebbe stata storia, ma bisogna buttarla dentro e, a conti fatti, tre gol su tre li hanno realizzati i ragazzi di Felli, anche quello nella porta sbagliata.

Formazione tipo per Montenero, anche se Bigi e Mangialetto non sono al massimo della forma. Cochi si fa subito pericoloso in due occasioni, Borrelli ben servito nell’area di porta non trova il gol, ma solo il calcio d’angolo. E’ un lungo elenco di occasioni sprecate per l’Orvietana: Pagnotta viene servito da Cochi e viene messo giù dal duo De Vivo e Giordano, il rigore sembra netto, ma l’arbitro è troppo distante dall’azione e il suo assistente pensa solo alle linee laterali, al massimo a qualche fuorigioco. Pagnotta è il migliore, corre e continua a sfiorare gol, Borrelli si vede meno. Ci prova pure Casarelli, la sua girata è precisa, ma debole. Gli ospiti si vedono solo nel finale quando Vergari regala involontariamente ad Agostini un pallone e poi per recuperarlo lo stende in area: anche qui rigore netto, ma l’arbitro decide di compensare. Si torna negli spogliatoi tra le proteste di entrambe le squadre. La ripresa si apre col gol ospite: lancio per Sciaboletta che supera Antichi, anche strattonandolo un po’, e trafigge Serrani in uscita. E’ un colpo freddo. Entra subito Baffo per Vergari, ormai l’Orvietana gioca tutta in attacco. Cochi sale in progressione e cerca con un cross le tante bocche da fuoco in area, polveri un po’ bagnate a dir la verità, ma ci pensa Francioli ad anticipare tutti e a segnare nella propria porta. Non è neanche il quarto d’ora della ripresa e sembra che quel vantaggio che gli ospiti avevano trovato in avvio, fosse solo dovuto al caso.

Ricomincia infatti l’elenco delle occasioni sprecate: Baffo per due volte di potenza sfiora i pali, Borrelli se ne mangia altri due. Pagnotta continua a mandare in tilt tutti gli avversari che si trova nella sua fascia di competenza. Ma non c’è niente da fare, la palla non entra. Sull’altro fronte in contropiede prima Virgilio manda a lato una punizione, poi il neo entrato Carollo colpisce il palo dopo un contropiede e un’uscita di Serrani che non arriva sul pallone. Era già uscito Sciaboletta esce anche Virgilio, il solo a rimanere in posizione avanzata per gli ospiti è proprio il giocatore che ha colpito il montante. Borrelli e Baffo sprecano ancora e da successivo corner, la difesa ternana sbroglia come può. Sulla solita ripartenza arriva una punizione per gli ospiti, la palla filtra sotto la barriera e arriva a Carollo, colpevolmente lasciato indisturbato. Stavolta il neo entrato non sbaglia. Agli ospiti non pare vero: tre tiri in porta due gol e un palo! Quanto basta per spingere l’Orvietana al terzultimo posto, alla vigilia della sfida sul campo dell’ultima: il San Venanzo dell’ex Scarfone. Anche se prima ci sarà il ritorno di coppa contro la Trasimeno mercoledì alle 19 a Castiglion del Lago.

SPOGLIATOI

Montenero, tra rabbia e sconforto, ricorda le tante occasioni sprecate, un po’ come una settimana prima a Bevagna, ma avvisa: “Basta parlare di sfortuna, che c’è è evidente, ma non deve diventare un alibi. Evidentemente ci sono altri problemi, una volta può capitare ma se capita tante volte vuol dire che dobbiamo trovare la soluzione. La gara di coppa? Da una parte meglio subito tornare in campo e giocare, da un altro punto di vista invece avrei preferito non fosse in questa settimana”.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

2 Comments

  • Perseo

    Basta che non si riprende un allenatore di fuori che poi i nostri giovani non li conosce per niente e non li farebbe giocare più!

  • Cesare Augusto

    No, non è solo sfortuna, ma è tutto in linea con gli obiettivi più volte dichiarati. I giovani giocano, intanto si abituano anche a perdere e, con cinque punti in cinque partite, c’è una proiezione di trenta punti a fine campionato, sufficienti per giocare i playout. I vari Antichi, Bigi, Borrelli, Borrello, Monesi e compagnia bella speriamo siano funzionali ad una salvezza tranquilla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com