Orvietana, niente da fare contro la Tiferno

Questo articolo è stato letto 437 volte

di Marco Gobbino  – www.orvietanacalcio.it 

Annibaldi acciuffa il vantaggio iniziale di Lentini, poi segna Bruschi e Danieli sfiora il 2-2.

Si deciderà solo al ritorno, previsto per il 9 ottobre al Muzi, il nome della prima finalista della Coppa Italia, fase regionale umbra. Il 2-1 con cui i ragazzi di Fiorucci sono stati sconfitti lascia tutto aperto, in virtù anche del prezioso gol segnato in trasferta.

Le squadre si sono affrontate a viso aperto con moduli speculari. L’Orvietana infatti si mette 4-2-3-1. Mancano per squalifica De Vitis e Dida per gli ospiti, Morvidoni e Cangi per i tifernati. Davanti a Beccaceci, la difesa cambia per metà, rispetto all’assetto che è sceso in campo più volte ultimamente: confermati l’esterno destro Paletta e il centrale Annibaldi, l’altro centrale è il giovane Lanzi, l’altro terzino Grizzi. Davanti alla difesa ci sono Cotigni e Locchi, quindi a supportare Danieli unica punta, ecco il trio Keita, Colangelo e Mortaroli.

Dopo pochi secondi un buco della difesa di casa poteva già fruttare il vantaggio, ma l’Orvietana non ne approfitta, ecco che allora alla prima occasione va in vantaggio la TIferno, una palla che sembrava innocua finisce in area, dove Lentini anticipa tutti e sblocca subito il risultato. L’Orvietana non sta a guardare e riesce a presentarsi dalle parti di Vaccarecci, ma il pareggio arriva solo ad inizio secondo tempo: angolo di Mortaroli e Annibaldi si fa trovare pronto per insaccare. Primo gol in maglia biancorossa per Annibaldi, che ci era andato più volte vicino in questo avvio di stagione. La partita resta frizzante e i padroni di casa trovano il nuovo vantaggio a venti minuti dalla fine, un tiro da fuori del neoentrato Bruschi assume una traiettoria vincente che vale il 2-1. Pochi minuti dopo Fiorucci inserisce anche Chiumarulo e Mirco Perquoti per provare a trovare la via del gol, gol che sfiora Danieli con una traiettoria dalla lunga distanza deviata sotto porta da un difensore.

Per l’Orvietana c’è da sperare nell’unico precedente tra queste due società, quando ancora la squadra avversaria si chiamava San Lorenzo Lerchi: quarti di coppa Italia di Promozione, sconfitta per 3-2 a Città di Castello e vittoria 2-0 al ritorno in casa. Era il 2015/16, quando a fine stagione l’Orvietana vinse quella Coppa. Di quella squadra di 4 stagioni fa, in rosa è rimasto solo Riccardo Perquoti.

La gara di ritorno si disputerà al Muzi mercoledì 9 ottobre, orario da confermare. L’altra semifinale è Ducato – Pontevalleceppi, gara d’andata rinviata al 9 ottobre.

TIFERNO LERCHI – ORVIETANA 2-1

TIFERNO LERCHI (4-2-3-1): Vaccarecci; Bianchi (28′ st Grilli), Eramo, Tersini, Lavano (33′ st Moretti); Mariucci, Della Rina; Mancini (13′ st Sbardella), Bartoccini, Alagia (11′ st Bruschi); Lentini. A disp.: Palazzoli, Sberna, Piombini, Orlandi, Mercuri. All.: Santececca

ORVIETANA (4-2-3-1): Beccaceci; Paletta, Lanzi, Annibaldi, Grizzi; Cotigni, Locchi (30′ st Chiumarulo); Keita (21′ st Sulimani), Colangelo (17′ st Marchi), Mortaroli (30′ st M. Perquoti); Danieli. A disp.: R. Perquoti, Bianco, Martinelli, Cruciani, Fastella. All.: Fiorucci

ARBITRO: Checcaglini di Perugia (Fiordi e Dumitru di Gubbio)

MARCATORI: 7′ pt Lentini (T), 5′ st Annibaldi (O), 25′ st Bruschi (T).

NOTE: spettatori 300 circa. Ammoniti: Bartoccini (T), Mortaroli, Paletta, Chiumarulo (O). Recupero: pt 0′, st 4′.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *