Sport e Salute

Sport in estate, lo sai che l’allenamento riduce il rischio traumi?

Sport in estate, lo sai che l’allenamento riduce il rischio traumi?

Sport e Salute
Quando si pratica attività sportiva, sia a livello amatoriale che agonistico, anche in estate, è importante essere in regola con l’allenamento. Anche se l’obiettivo è la partita di calcetto con gli amici, il torneo di beach volley in spiaggia, o il doppio di tennis in vacanza, arrivare fisicamente allenati significa evitare lesioni, traumi e infortuni. «Sebbene nello sport, gli infortuni possano avere molte cause, dal contatto/scontro con un avversario fino all’attrezzatura non adeguata – spiega il dottor Piero Volpi, responsabile dell’Unità Operativa di Ortopedia del Ginocchio e Traumatologia dello Sport in Humanitas -, è proprio la mancanza di allenamento a causare la maggior parte degli infortuni specialmente a carico di muscoli, tendini e articolazioni. Ogni attività, inoltre, ha i suo
Ginocchia, ecco chi dovrebbe evitare gli sport da spiaggia

Ginocchia, ecco chi dovrebbe evitare gli sport da spiaggia

Sport e Salute
L’estate, per molti, significa tempo da dedicare allo sport o all’attività fisica preferita, specie in vacanza, al mare e sulla sabbia. Beach tennis, beach volley, beach soccer e anche beach rugby sono alcune delle tante attività che gli italiani praticano in vacanza. Parlando di ginocchia, molte di queste attività, anche se praticate solo in estate, non sono indicate. Perché? L’abbiamo chiesto al dottor Piero Volpi, responsabile dell’Unità Operativa di Ortopedia del Ginocchio e Traumatologia dello Sport in Humanitas. In realtà, correre o camminare sulla sabbia, la partita di calcio da spiaggia o di beach volley possono non essere attività indicate per tutti – spiega l’esperto. – Infatti, dovrebbe evitare l’attività fisica sulla sabbia preferendo però quella in mare, chi soffre di artro
Sport e Scuola, al via il progetto “Vinci In Salute”

Sport e Scuola, al via il progetto “Vinci In Salute”

Sport e Salute
Nutrizionisti, campioni e robot contro l'obesità infantile Roma, 23 mag. (askanews) – L’Italia figura tra i Paesi europei con i più elevati livelli di obesità infantile, registrando il 21% dei bambini di età compresa tra i 6 e i 10 anni in sovrappeso e quasi il 10% di bambini obesi. Secondo l’ultima indagine coordinata dall’Istituto Superiore di Sanità esiste inoltre un allarme sedentarietà tra i più piccoli, con poco più di 3 bambini su 10 che svolgono un livello di attività fisica raccomandato per la loro età e ben un 40% che trascorre più delle 2 ore consigliate come tempo massimo davanti a uno schermo (tv, videogiochi, tablet o cellulare). Contrastare l’obesità infantile e sensibilizzare bambini e ragazzi sull’importanza di una corretta alimentazione nella vita quotidiana e dur
Maratona Orvieto-Todi di Orvieto Runners per portare gli auguri della comunità di orvietana a quella tuderte

Maratona Orvieto-Todi di Orvieto Runners per portare gli auguri della comunità di orvietana a quella tuderte

Atletica, Focus1, Sociale, Sport, Sport e Salute
Maratona Orvieto-Todi di Orvieto Runners per portare gli auguri della comunità di orvietana a quella tuderte Sabato 23 dicembre: partenza da Orvieto in piazza Duomo alle ore 8; arrivo a Todi ore 13.30 in Piazza del Popolo Con l’approssimarsi del Natale, per iniziativa di Orvieto Runners torna quest’anno la Maratona di Natale Orvieto–Todi. L’appuntamento è per Sabato 23 dicembre e, come per l’edizione dello scorso anno, gli atleti prenderanno in consegna da parte dell’Assessore allo Sport del Comune di Orvieto, Cristina Croce, un messaggio di auguri, per poi consegnarlo all’Assessore allo Sport del Comune di Todi, Claudio Ranchicchio, che li attenderà all’arrivo La partenza è prevista alle ore 8.00 da Piazza del Duomo ad Orvieto, mentre l’arrivo è previsto per le ore 13.30 circa in Piazza
“Tartaruga Mon Amour” manifestazione dedicata allo sport e all’integrazione

“Tartaruga Mon Amour” manifestazione dedicata allo sport e all’integrazione

Eventi, Focus1, Sociale, Sport, Sport e Salute
“Tartaruga mon amour”. Sabato 25 novembre al Palazzo dei Sette Con il patrocinio del Comune / Assessorato allo Sport e per iniziativa dell’A.S.D. Tartaruga xyz Onlus, Sabato 25 novembre a partire dalle ore 17:00 fino alle 21:00 presso l’Atrio del Palazzo dei Sette si svolgerà la manifestazione dedicata allo sport e all’integrazione denominata Tartaruga Mon amour, iniziativa con la quale l’Associazione intende condividere le proprie esperienze e incontrare la cittadinanza anche allo scopo di raccogliere fondi a sostegno delle attività programmate per il 2018. Tra le iniziative proposte si segnalano: la mostra fotografica e proiezioni video sulle attività sportive integrate che descrivono e raccontano le numerose attività svolte dalla Onlus nel corso degli anni relativamente alle discipl
Defibrillatori obbligatori dal 1° luglio. Scatta l’obbligo per le società sportive dilettantistiche

Defibrillatori obbligatori dal 1° luglio. Scatta l’obbligo per le società sportive dilettantistiche

news1, Sport e Salute
Il ministro dello sport Luca Lotti e il ministro della salute Beatrice Lorenzin hanno firmato lunedì 26 giugno il decreto per l’obbligo del defibrillatore per le società sportive dilettantistiche. Il decreto prevede che negli impianti sportivi sia presente una persona formata all'utilizzo del DAE Lunedì 26 giugno il ministro dello sport Luca Lotti e il ministro della salute Beatrice Lorenzin hanno firmato il decreto congiunto grazie al quale entra in vigore l’obbligo del defibrillatore per le società sportive dilettantistiche. Dal 1 luglio in tutti gli impianti sportivi, anche quelli dilettantistici, la mancanza del defibrillatore determinerà l'impossibilità di svolgere l'attività sportiva. Questo in sintesi il contenuto del decreto ministeriale: - Ogni impianto sportivo dev
Muoversi quotidianamente produce effetti positivi sulla salute fisica e psichica della persona

Muoversi quotidianamente produce effetti positivi sulla salute fisica e psichica della persona

Sport e Salute
L'organismo umano non è nato per l'inattività: il movimento gli è connaturato e una regolare attività fisica, anche di intensità moderata, contribuisce a migliorare tutti gli aspetti della qualità della vita. Al contrario, la scarsa attività fisica è implicata nell'insorgenza di alcuni tra i disturbi e le malattie oggi più frequenti: diabete di tipo 2, malattie cardiocircolatori (infarto, miocardico, ictus, insufficienza cardiaca), tumori. Le cifre In Italia il 30% degli adulti tra 18 e 69 anni svolge, nella vita quotidiana, meno attività fisica di quanto è raccomandato e può essere definito sedentario. In particolare, il rischio di sedentarietà aumenta con il progredire dell'età, ed è maggiore tra le persone con basso livello d'istruzione e difficoltà economiche. La situazione è miglio