Autore: Luisa Calistri

TuttOM. Dell’amore, della vita e delle passioni, ovvero elogio allo sport

TuttOM. Dell’amore, della vita e delle passioni, ovvero elogio allo sport

news
Passione, amicizia, solidarietà ed fair play siano la nostra stella polare “La pratica dello sport è un diritto dell'uomo. Ogni individuo deve avere la possibilità di praticare lo sport senza discriminazioni di alcun genere e nello spirito olimpico, che esige mutua comprensione, spirito di amicizia, solidarietà e fair-play.” (Comitato Olimpico Internazionale). Non ho mai praticato sport a livello agonistico; decenni della mia vita sono stati dedicati alla danza, in tutte le sue espressioni. Lo sport, quello che si pratica per vincere intendo, lo seguivo in televisione. Poi, solo da pochi anni, mi sono avvicinata alla pratica “dal vivo”, che qui ad Orvieto è ricchissima di discipline e di sfaccettature. E mi si è spalancato davanti un universo. Quasi per gioco, ho cominciato a collaborar
La danza è Harmònia, ma con l’accento sulla O. Antonella Campanari si racconta

La danza è Harmònia, ma con l’accento sulla O. Antonella Campanari si racconta

Danza, In evidenza - NON USARE, news
“Si balla ai compleanni, ai matrimoni, per le strade, sul palcoscenico, dietro le quinte. Per comunicare gioia e dolore. Come rituale per vivere esperienze estreme. Il ballo è un linguaggio universale: ambasciatore per un mondo di pace, per l’eguaglianza e la tolleranza. Il ballo insegna sensibilità e consapevolezza. Il ballo è manifestazione di vita. Il ballo è trasformazione, il ballo è espressione dell’anima. Il ballo ci dà la possibilità di sentire il nostro corpo, di innalzarci, di andare oltre, di diventare un altro corpo. Il ballo è partecipare attivamente alle vibrazioni dell’universo.” Questo leggevo sulla pagina Facebook di Antonella Campanari il giorno che ho deciso di incontrarla al Teatro del Carmine, che è la sede della sua scuola di danza Harmònia. Qui Antonella insegna a
Non solo danza. Laura Famoso e la New Art School

Non solo danza. Laura Famoso e la New Art School

Danza, news
Benessere e cura del corpo a trecentosessanta gradi. E’ questa l’impressione che io e Marco abbiamo, appena varcata la porta della New Art School, almeno a giudicare dagli attestati, conseguiti dai vari professionisti che vi gravitano attorno, appesi ai muri della scuola: danza per tutti i gusti, ma anche fitness: step, pesi, pilates e tanto altro. E gente di tutte le età che la frequenta. Laura ci accoglie nell’ufficio che funge anche da segreteria della scuola. Ha appena terminato una lezione ed è impegnatissima con le prove del saggio di giugno. Una passione innata ed una vita dedicata alla danza, il cui studio è cominciato, a Orvieto, all’età di otto anni, guidata dall’insegnante Patrizia Danielli. Un paio d’anni di stop forzato, dovuto all’inconciliabilità dell’orario delle sc
La forza e l’energia senza la gravità: Marco Virgili e la scuola di danza Vertycal

La forza e l’energia senza la gravità: Marco Virgili e la scuola di danza Vertycal

Danza, news
Una scuola di danza, io, la troverei anche se mi trovassi nel bel mezzo di una città di quattordici milioni di abitanti e fossi bendata. Ma, oggi, mentre mi aggiravo tra capannoni industriali, supermercati e officine varie, pensavo che una zona artigianale potesse essere un posto alquanto improbabile per il ballo. L’immagine di un danzatore, che volteggia aggraziato, richiama alla memoria luci, luccichìo di specchi ed il caratteristico odore della pece, non certo opifici e attività commerciali. Poi, ad un tratto, l’ho sentita. Ho chiuso gli occhi e l’ho seguìta. La musica. Non esiste una scuola di danza che ne sia priva, da cui la musica non traspiri dalle sue mura e si sparga intorno, inondando, come un olio benefico, tutto il mondo. Ed è così, che in un pomeriggio di sole, ho inco
Storie di casa nostra. Fabrizio Tafani, preparatore del Palermo e castiglionese doc

Storie di casa nostra. Fabrizio Tafani, preparatore del Palermo e castiglionese doc

Calcio, news
C’era una volta un ragazzo che coltivava il suo sogno, che vestiva in jeans “calati”, che portava a tracolla la borsa verde militare con i libri di scuola, che giocava la schedina durante l’ora di matematica e cantava Albachiara nell’ora di religione. Ti guardava con i suoi occhi scanzonati e con quel suo sorriso irriverente, da bullo. Faccia da schiaffi per chi non lo conosceva; grande cuore per gli amici veri. Fabrizio Tafani per le cronache sportive; il Taffy per tutti noi. L’avevo perso di vista ai tempi delle scuole superiori e l’ho ritrovato grazie a una diretta Sky Calcio e a qualche social network. Vive a Palermo adesso, in una casa dalla cui finestra si vede il mare. Quello che è successo nel frattempo me lo racconta proprio lui. Dal “cantuccio” a scuola nell’ultimo banco, ai r
OrvietoSport ha bisogno di te!

OrvietoSport ha bisogno di te!

Brevi, news, Sport della Settimana, Sport vari
Immaginate di avere in mano un enorme compasso, con un raggio di una trentina di chilometri. Fatto? Ok. Adesso immaginate di piantare ben salda la punta su Orvieto e di tracciare un cerchio. Voi dove vi trovate? All’interno o all’esterno del cerchio? Se vivete dentro il nostro cerchio immaginario, se amate lo sport, se conoscete da vicino qualche realtà sportiva del nostro comprensorio, se siete dirigenti, atleti, tifosi o simpatizzanti dei team di casa nostra e avete voglia di raccontarli e di far conoscere le loro sfide, ditelo a noi! Nonostante il nostro impegno, costante e quotidiano, non riusciamo, da soli, a raggiungervi tutti e a parlare di tutti. Per far questo, abbiamo bisogno di voi, del vostro aiuto, dei vostri contributi, ognuno dei quali andrà costituire una tessera